I Percorsi / LA VIA DI MARIA

9. la pentecoste

9. LA PENTECOSTE

LA PENTECOSTE

‘Ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo’ (At 2,4)

‘A restàrin ducj incolmâts di Spirtu Sant’ (At 2,4)

 

(Dalla Bibbia i brani di riferimento dell’opera realizzata dalla Scuola Mosaicisti del Friuli ed, in breve, il commento/spiegazione di Paolo Orlando autore dei bozzetti. Foto: ULDERICA DA POZZO)

 

At 2,1-4

            Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano.

            Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano, e si posarono su ciascuno di loro, e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi.

 

 

At 2,1-4

            Rivade la dì des Pentecostis, ai erin ducj insieme intal stes lûc cuant che di bot al rive dal cîl un sunsûr, come di une grande arie, ch’al emple dute la cjase dulà che ai èrin a stâ.

            A son comparìdis come tantis lenghis di fûc che si son sbarniçadis lant a poâsi sul cjâf di ognidun di lôr.

            Son restâts ducj incolmâts di Spirtu Sant e an començât a cjacarâ lenghis forestis, daûr che il Spirtu Sant ju pocave a cjacarâ.  

 

 

 

            Dentro il medesimo cenacolo, a porte spalancate questa volta, Maria e undici apostoli con le lingue di fuoco. Un drappo sopra il capo di tutti è agitato da un forte vento.

            La Pentecoste ci riporta all’Annunciazione: la Chiesa è resa simile alla Vergine Madre di Dio, piena di grazia. Per opera dello Spirito Santo, il Verbo si fece carne nel grembo della Vergine ed è carne nel grembo della Chiesa. Il Logos, il Verbo annunciato e presente nella Chiesa è il Dio incarnato nella Vergine Maria. Dal giorno di Pentecoste lo Spirito crea la Chiesa, costituisce la comunità dei credenti come luogo della presenza e della permanenza di Cristo risorto.

            Lo Spirito Santo vivifica la carne, trasfigura la carne. Si posa su Gesù, sul suo corpo: nell’Incarnazione, nella Natività, nell’Epifania al Giordano, nella Trasfigurazione; si posa nel corpo della Chiesa: nella Pentecoste, nell’Eucarestia. Si posa nel corpo di ogni uomo: nel concepimento di ogni uomo!

            Lo Spirito dona il corpo e aggrega un corpo, come è visibile nella Messa, nella celebrazione liturgica.

 

I campi con * sono obbligatori.

Ai sensi dell'art 13 D.lgs. 196/2003.
Dichiaro di aver preso visione delle condizioni generali della privacy
Illegio Fondazione CRUP SECAB Facebook YouTube Privacy

Cookie Policy

Credits